La storia di Marina

*click here for the story in English

*clicca qui per conoscere i progetti realizzati grazie alle donazioni degli amici di Marina

A Marina piacevano le lingue. Le piaceva insegnarle, trasmettere la sua conoscenza a chiunque avesse voglia di ascoltare e apprendere. Avvicinarsi alla diversità culturale, abbracciarla e cercare di capirne la complessità e la ricchezza, senza pregiudizi e con una grande umiltà e apertura mentale, era il suo modo di stare nel mondo.

Faceva, sempre con passione, tantissime altre cose Marina; ma quello che le sue idee, i suoi progetti, avevano e avranno sempre in comune è la volontà di aiutare gli altri, di dare loro qualcosa di significativo.

Lo ha fatto con i ragazzi dei tempi del Calabrone a Brescia, con i suoi studenti di arabo a Berlino, passando per la scuola italiana in Egitto e francese in Marocco.

Poi nel 2007, Marina arriva in Siria, un Paese che oggi è irriconoscibile e terribilmente ferito, ma che un tempo era pieno di vita, e che vuole tornare ad esserlo. Attraverso viaggi ed esperienze, Marina conosce persone speciali e rimane colpita da una terra che ha ora estremo bisogno di aiuto.

Marina spiaggia

Un aiuto per i bambini della Siria pensando a Marina

Insieme si può fare è una piccola associazione che opera per aiutare la popolazione siriana e in particolare i bambini, le vere vittime di questa guerra infinita.
L’organizzazione lavora in Siria e in Turchia con attività concrete, dirette e senza sprechi. Oltre ai numerosi interventi di distribuzione di beni di prima necessità, Insieme si può fare si occupa di educazione, seguendo delle scuole per aiutare i bambini a continuare il loro percorso educativo, sostenendo gli insegnanti e coordinando la distribuzione di kit scolastici agli studenti.

Una donazione in memoria di Marina è un piccolo gesto di solidarietà che significa molto: la sua memoria potrà continuare a vivere nel futuro di questi bambini in Siria, un Paese che lei adorava e dove diceva di aver trascorso uno dei periodi più belli della sua vita. Una donazione in sua memoria farà si che Marina continui a fare ciò che amava: imparare, insegnare e aiutare i giovani come lei.

Come donare e sostenere i progetti di Insieme si può fare per i bambini siriani:

      • Bonifico:
        Credito Valtellinese
        Intestato a: Insieme si può fare
        IBAN: IT20L0521620401000000104905 (Causale: In memoria di Marina)
      • Online con carta di credito sul sito di Insiemesipuofare.org

     

  • insieme si puo fare

*************************************************************

  • Marina’s story

    Marina loved languages; she loved teaching them, getting her knowledge across to whomever was eager to listen and learn. She would approach cultural diversity, embrace it, and try to understand its complexity and richness free from prejudices, always humble and open-minded: this was her way in this world.

    Marina also left her mark on countless other things that she filled with love. What all of her ideas and projects shared and will perpetually share was the eagerness to help others, to give them something meaningful; and this is what she did for the kids of Calabrone in Brescia, for her students of Arabic in Berlin, for the communities in the Italian school in Egypt and the French school in Morocco.

    Then, in 2007, Marina arrived in Syria, a country which has terribly changed its face and show wounds that are difficult to heal, but used to be full of life and wants to feel alive again.

    During her journeys, Marina met special people and left her heart in a land which is now in dire need of help.

    Help the children of Syria, for Marina

    Insieme si può fare  (Together, we can) is a grassroots association which operates to help Syrian populations – especially children, the most vulnerable victims of a war that seems to have no end.

    The organization works in Syria and Turkey with concrete, direct and effective interventions, striving not to waste any funds or time. Besides numerous distributions of essential items, Insieme si può fare leads efforts in Education, assisting schools to help children continue learning, supporting teachers, and coordinating the distribution of school kits to students.

    A donation in remembrance of Marina is a small act of solidarity which goes a long way: her memory can be kept alive in the future of the children of Syria, a country she adored and where she spent one of the happiest times of her life, as she used to say. A donation in her memory will let Marina keep doing what she loved: supporting young lives like hers in learning, teaching, and building their future.

    To donate and support projects of Insieme si può fare for Syrian children:

        • Bank Transfer:
          Credito Valtellinese
          Recipient account: Insieme si può fare
          IBAN: IT20L0521620401000000104905  (Reason: In memoria di Marina)
        • Online with credit card on the website Insiemesipuofare.org

14 thoughts on “La storia di Marina”

  1. Il tuo sorriso ha riempito il mio cuore sin dal primo istante. Non avrò mai parole nè ora nè in mille vite per ringraziarti abbastanza. Non ti dimenticherò mai M.
    -L

  2. رحمك الله، يا مارينا
    Riposa in pace, Marina: che la terra ti sia lieve…

  3. Sei e sarai sempre un esempio di genuino amore, pura amicizia e infinita generosità. Ti voglio bene Mari.

  4. Ciao Marina,
    il pensiero di te sarà sempre vivo dentro di noi.
    Grazie per aver condiviso la tua vita con noi.
    Un abbraccio infinito

  5. é come se tu fossi sempre qua, in ogni cosa bella che mi capita. per ricordarmi che ogni giorno è il giorno migliore. Grazie Mari.

  6. Bambina di Aleppo

    Tra schegge impazzite
    di sabbia e di terra,
    tra palazzi sventrati
    e infanzie in frantumi,
    a quel foglio a quadretti
    strappato furtiva
    a macerie fumanti
    affido il mio grido:
    “Riavere un futuro!”

  7. Grazie Marmar per questo pensiero, la verita’ che Sei sempre cosi pensi del’altri sei Il megliore ciao Ora e ci vediamo presto cara Mia.
    Mi manchi tanto !!
    الله يرحمك

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *